fbpx

#ClaiGourmet fa tappa all’Amarissimo a Lido di Savio. In scena la Tartarre di scottona di Chef Mascia, il Calamaro con guanciale di Chef Mammi e il gelo al melone del blogger Andrea Pietrocola (iFood)

Ricette da Provare

Andrea e Valentina Pietrocola
Andrea e Valentina Pietrocola, fratelli e cuochi fuorisede. Dopo il Liceo decidono di concludere gli studi universitari a Roma. Iniziano a collezionare foto di ricette e idee per facilitare la vita agli studenti fuori sede. Così nasce La cucina del fuorisede. Insieme a loro oggi fanno parte del progetto altri 16 amici.

Lunedì 31 luglio, nella splendida ed elegantissima location dell’Amarissimo a Lido di Savio-Cervia, si è svolta la terza tappa del tour #ClaiGourmet. Dopo la serata al Burbaca è di nuovo lo Chef 2 Stelle Michelin Max Mascia del Ristorante San Domenico di Imola a presentare una nuova creazione, che rimarrà nel menù della location per tutta la stagione. Clai Gourmet, in collaborazione con iFood Dissapore, è un viaggio itinerante dalla Sicilia al Trentino, che si pone come obiettivo il voler interpretare di volta in volta stili e culture delle diverse location, con salami CLAI 100% italiani.

E anche il mio è un ritorno!! Dopo aver partecipato come ospite alla serata a Roma, a Cervia passo in cucina. Infatti la serata prevede tre portate, la prima dello Chef della location Manuele Mammi, la seconda (la portata principale) dello Chef Mascia e alla terza ho dovuto pensarci io.

Dopo l’arrivo degli ospiti si è partiti subito con un aperitivo finger food con prodotti Clai, il tutto accompagnato da Vini Rosè freschi e frizzanti.
Una volta seduti Luca Sessa ha introdotto le varie portate, accompagnate anche da un rapido showcooking .

Ma passiamo alle ricette proposte per questa bellissima tappa CLAI Gourmet!

Lo Chef del Ristorante Amarissimo, Manuele Mammi, ha presentato un Calamaro stirato su burrata, pomodori secchi Mirogallo, basilico e guanciale Clai.

A seguire il piatto ideato dallo Chef Massimiliano Mascia, del Ristorante San Domenico di Imola, una Tartare di scottona di razza romagnola, maionese di rucola e salsiccia casereccia nell’orto estivo, piatto che entrerà nel menu del ristorante Amarissimo.

Infine, a concludere la cena, è arrivata la mia proposta per il dolce: un fresco e profumato Gelo all’anguria con gocce di cioccolato e fiori di gelsomino.

Io mi sono davvero divertito, messo alla prova e soprattutto ero davvero emozionato. Non resta che darvi appuntamento alla prossima tappa di #ClaiGourmet a Milano il 25 Settembre. Volete uno scoop? Ci saremo di nuovo noi de La Cucina del Fuorisede ma come reporter per iFood.

Foto credits: Manuela Bonci, Jessica di Fraia, Nenio Ronconi

 

Volete provare anche voi a fare il Gelo al Melone (o Mellone)?

 

INGREDIENTI PER 4

Polpa di anguria 800 gr

zucchero 75 gr

amido di mais 40 gr

essenza di gelsomino

cannella

gocce di cioccolato

pistacchi frutta candita

fiori di gelsomino

 

PROCEDIMENTO

Frullate la polpa di anguria, poi passatela al setaccio, ottenendo il succo; misuratene 500 g e versateli in una casseruola con lo zucchero e l’amido di mais. Aromatizzate con essenza di gelsomino e un pezzetto di cannella. Cuocete per 10’ dal bollore, fino a quando il composto non diventerà addensato. Versate il composto in 4 stampi da budino, passandolo nuovamente al setaccio; mettete in frigo per almeno 4 ore. Sformate le gelatine e servitele con gocce di cioccolato e granella di pistacchi, frutta candita e fiori bianchi a piacere.

 

 

 

 

- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img

Le Ricette più cliccate

Shop

Altre Ricette Interessanti...

Shopping cart
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0