Future in Lisbon, l’idea del foggiano Massimiliano Mezzadri.

Ricette da Provare

Andrea e Valentina Pietrocola
Andrea e Valentina Pietrocola, fratelli e cuochi fuorisede. Dopo il Liceo decidono di concludere gli studi universitari a Roma. Iniziano a collezionare foto di ricette e idee per facilitare la vita agli studenti fuori sede. Così nasce La cucina del fuorisede. Insieme a loro oggi fanno parte del progetto altri 16 amici.

Future in Lisbon è l’idea di Massimiliano Mezzadri. Lo abbiamo incontrato prima di Natale per farci raccontare la sua avventura!

FUTURE IN LISBON

Ciao Massimiliano, grazie per aver accettato il nostro invito! Innanzitutto raccontaci un po’ di te!

Ciao Andrea, grazie a voi! Io sono originario della provincia di Foggia e vivo e lavoro a Lisbona da ormai un anno e mezzo. Prima di arrivare qui ho vissuto a Roma, dove mi sono laureato in Comunicazione e Marketing alla Sapienza per essere assunto l’indomani presso la principale filiale della Renault, come consulente post-vendita. Ho vissuto a Londra 6 mesi, dove ho effettuato uno stage presso una società di consulenza, e poi ho sempre portato avanti varie attività come freelance nel settore vendite e formazione.

Come è nato il tuo progetto “Future in Lisbon”? 
Il mio progetto e’ nato quasi per caso. Ad Aprile avevamo appena iniziato a lavorare in smart working e, complici le ferie e il covid, avevo davvero molto tempo libero da passare in casa. Dato che proprio non riesco a stare con le mani in mano, decisi di creare un sito web sulle opportunita di lavoro a Lisbona. Nel frattempo, per specializzarmi sempre più in ciò che facevo, ho letto diversi articoli su Social Recruiting e Employer Branding, oltre ad aver seguito un percorso individuale come Career Coach.

Ad una prima impressione il tuo progetto  può sembrare una qualsiasi agenzia del lavoro. Quali sono le novità di Future in Lisbon?
Penso che ciò che differenzia il mio servizio da quello che offre una qualsiasi agenzia del lavoro e’ il legame che riusciamo ad instaurare con i candidati. Mi piace seguirli per tutto il percorso di selezione: decidere di trasferirsi all’estero non e’ una scelta semplice e ogni ragazzo/a ha bisogno di essere supportato. Non a caso mi piace pormi più come servizio di coaching e mentoring, rapportandomi ai candidati come un amico che fa il tifo per loro più che come un reclutatore.

Cosa ti ha spinto a intraprendere questo progetto?
Ad Aprile era appena arrivata la pandemia in Portogallo e avevo intuito che cio’ avrebbe lasciato strascichi in tutta l’Italia, lasciando tanti ragazzi senza lavoro. Di contro, ho notato che il settore del Contact Center all’estero stava continuando ad assumere personale.
Pertanto ho capito che dovevo amplificare la portata del mio messaggio, per raggiungere quanti piu ragazzi possibile. Credo molto nelle potenzialità dei canali digitali e, personalmente, l’ho vissuta quasi fosse una missione.

Come mi hai detto Future in Lisbon è il tuo secondo lavoro. Cosa ti senti di consigliare ai giovani che come te hanno un hobby o una passione che può rivelarsi un secondo lavoro?
Si, esattamente. La mia attivita’ principale, “da ufficio”, e’ un’altra. Ma non ti nego che mi piacerebbe farne una professione full time. Quello che noto tra i miei coetanei e’ che spesso non vengano sufficientemente coltivate le proprie passioni nel tempo libero. Il lavoro principale deve darci un sostentamento ma anche i mezzi economici per investire nella formazione e provare a creare qualcosa di proprio. Quindi cio’ che consiglio e’ di passare meno tempo su Netfix e più sui “libri”.

Hai qualche motto o persone che ti ispira? 
Mi piace molto la frase di Jose Mourinho “Non sono migliore degli altri, ma nessuno e’ migliore di me”. Implica che non bisogna mai guardare le persone dall’alto al basso, ma che allo stesso tempo non ci si debba mai sentire inferiore agli altri e mettersi sempre in gioco, puntando all’eccellenza e al reciproco rispetto. Mourinho per me e’ sicuramente un modello di riferimento per la sua capacita di comunicare.

Come sai noi ci occupiamo di Food e appena riapriranno le frontiere verremo sicuramente a trovarti. Ci puoi consigliare qualche locale tipico di Lisbona?
Mi sentirei di consigliare Horacio. E’ una trattoria vegana/vegetariana che predilige la preparazione del cibo partendo da zero: materie prime sempre fresche e rivisitazione della tradizione cucinale italiana e non, conservando lo stesso gusto. Il loro obiettivo non e’ soltanto preservare l’antico, ma anche salvare gli animali dall’abuso continuo: ogni essere vivente ha diritto di vivere.

I ragazzi che iniziano questo percorso con Future in Lisbon vengono seguiti una volta arrivati a Lisbona? Cosa c’è da fare a Lisbona e come si può spendere il proprio tempo libero?
Si, assolutamente. L’azienda con cui collaboro si premura di venirli a prendere all’aeroporto e fornire loro un alloggio. Quanto a Lisbona, e’ sicuramente una città piena di iniziative sia culturali che di svago, oltre ad essere ben collegata con il resto della nazione e permetterti di spostarti fuori per dei weekend in luoghi molto interessanti.
 
Quali sono gli obiettivi del  2021 per Future in Lisbon?
Il mio obiettivo e’ sicuramente quello di espandermi, sia come candidati da raggiungere sia come servizi da offrire. Le aziende qui non cercano solo personale in lingua italiana, pertanto vorrei muovermi maggiormente anche su altri mercati, come gia abbiamo iniziato a fare. Inoltre ampliare la gamma di servizi che offro: oltre al servizio alloggio che abbiamo gia lanciato, pensavo di iniziare un lavoro di consulenza in ambito personal branding e miglioramento del curriculum. In questo modo potrei aiutare anche quei ragazzi che cercano una mansione diversa e non per forza da espletare a Lisbona.

Grazie Massimiliano. Ti lasciamo la ricetta del Pancotto alla Foggiana, per farti sentire a casa.

Articolo precedenteCibi arricchiti
Articolo successivoFrittata con asparagi e porri (Keto)
- Advertisement -spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -spot_img

Le Ricette più cliccate

Shop

Altre Ricette Interessanti...

Carrello della spesa
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0